Un post per non far sparire questo blog

Non che scoppiassi dalla voglia di scrivere qualcosa qui. Ho scritto tanto in passato ma per ragioni note e ignote (avrei dovuto soprattutto parlare ancora troppo di morti, forse) ho smesso da un po’ di usare questo spazio. So che è un peccato, qualche lettore affezionato ce l’avevo e, magari, ricomincerò presto ad usarlo. Certo è che ora devo aggiungere qualcosa per forza: mi hanno gentilmente (forse anche non tanto gentilmente) scritto i gestori americani che se non l’avessi aggiornato me l’avrebbero cancellato e quindi volente o nolente devo.
Basterebbe anche questo forse, anche se il timore che usino Google Translate per capire che di fatto li sto prendendo un po’ per il culo con un post farlocco mi frena dal fermarmi proprio qui.
E allora di che parlare? Non ne ho la minima idea. Figuratevi che mi è persino passata per la testa la balzana idea di fare un tutorial su come correggere la prospettiva nelle foto fatte col grandangolo per farle sembrare scattate da molto più lontano (non è impossible, lo sto facendo per un lavoro molto complesso che forse finirò fra chissà quanti anni, è una tecnica del tutto personale che credo proprio di avere inventato io) poi però mi sono reso conto che è talmente complicato da spiegare (bisogna partire dallo scatto, pianificare, pensare prima, lavorare poi in post tanto) che forse oggi proprio non ne avevo voglia.
Facciamo che finisco qui ma che ci penso e prometto di scrivere ancora e riaprire questo spazio. Basterà agli americani per non cancellare tutto? Speriamo!

One Comment

Leave a Reply